L’importanza del disegno per i bambini

Disegnare è un’attività che i bambini imparano a fare quasi naturalmente: basta dare loro delle matite o qualsiasi altro strumento per scrivere e colorare, e saranno in grado di stupirci con le loro creazioni! Fin da piccolissimi, è importante stimolare questa attività perché apporta numerosi benefici in ogni fascia di età.

A Playground abbiamo una stanza dedicata al disegno libero dei bambini, dove possono dare libro sfogo alla loro creatività, e proponiamo periodicamente delle attività legate al disegno, dove i bambini vengono invece guidati da un’educatrice. Entrambe le attività offrono al bambino opportunità di crescita e di scoperta. Inoltre, incentiviamo i genitori a proporre il disegno anche a casa: per questo nel nostro kit di benvenuto ogni bambino riceve delle penne personalizzate cancellabili, matite, pennarelli, pastelli e un blocco.

Ecco quali sono i principali benefici del disegno per i bambini.

Stimola la creatività

Il primo beneficio che i bambini, di qualsiasi età, traggono dal disegno è proprio quello di poter liberare la loro creatività. Nella maggior parte dei giochi, compresi quelli educativi, viene infatti richiesto al bambino di compiere un’azione specifica. Questo invece nel disegno non accade: il bambino può letteralmente liberare la propria creatività e fantasia disegnando quello che ha in mente, senza vincoli e senza schemi. Questo è un esercizio incredibile per migliorare e accrescere l’immaginazione.

Accresce l’autostima

Attraverso il disegno, i bambini sentono di esprimere la loro arte e le loro capacità. Un disegno completato per loro è motivo di orgoglio e di soddisfazione e il fatto che non debbano rispondere a dei requisiti e a delle richieste specifiche (perché qualsiasi disegno di un bambino è meraviglioso e perfetto!) li fa sentire sicuri di sé. Non essendoci vincoli particolari, il bambino sarà soddisfatto di quello che ha realizzato e lo esibirà con orgoglio. Inoltre, portare a termine un disegno significa completare un lavoro e il fatto di riuscirci è sufficiente per accrescere e rafforzare l’autostima.

Migliora la manualità fine e la coordinazione

C’è anche un aspetto legato prettamente alla manualità che deriva dal disegno. Si tratta infatti di un’attività che richiede movimenti ben calibrati e permette di sviluppare le abilità motorie fini. Anche solo tenere in mano la matita o il pennarello nel modo corretto all’inizio richiederà uno sforzo da parte del bambino, ma è la prima forma di comunicazione espressiva che i più piccoli conoscono e che gli sarà poi utile anche al momento di imparare a scrivere (oltre che per una serie numerosa di altre attività). Inoltre, disegnare richiede coordinazione tra cervello, occhio e mano. Inizialmente questa capacità non è presente nei bambini più piccoli, per questo i disegni saranno poco più che scarabocchi. Lentamente però il bambino inizierà a perfezionare la sua tecnica e capirà che quello che traccia sul foglio è legato al suo movimento della matita.

Permette al bambino di esprimersi

Infine, disegnare è un modo per il bambino di esprimere le proprie emozioni e sensazioni. Soprattutto nei bambini più piccoli, che ancora non sanno scrivere o addirittura parlare, il disegno è un canale comunicativo efficace. Rappresentare quello che sente (oltre a quello che vede naturalmente) è un modo per alleggerirsi di quello che prova ma soprattutto per trasmetterlo alle persone che lo circondano. Per questo amiamo tenere tutti i disegni che i bambini realizzano nel corso del tempo, per vedere come evolve la loro personalità e come rappresentano i diversi stati d’animo tramite il disegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.